Home > AGRICOLTURA > Nuovo modello organizzativo per l’agricoltura sarda. Le proposte Cisl riguardano Argea, Agris e Laore

Nuovo modello organizzativo per l’agricoltura sarda. Le proposte Cisl riguardano Argea, Agris e Laore

28 Agosto 2015

Agricoltura, Cisl: “Subito riforma agenzie”. In pista anche workshop
Su SardiniaPost 28 agosto 2015 Economia, Politica

Un tavolo sì, ma di cambiamento. Ed un workshop di idee per far decollare il progetto di riforma sulle Agenzie agricole e di ricerca in vista del Piano annunciato dalla Giunta regionale. Sono le proposte presentate dalla Cisl-Fp. “Occorrono scelte politiche – ha spiegato Sergio Palmas, Cisl Laore, questa mattina in conferenza stampa – non dirigenziali”. Per il sindacato si deve avviare un percorso di stimolo per contribuire positivamente alla realizzazione del nuovo modello. Le proposte riguardano Argea, Agris e Laore. Secondo la Cisl, in attesa della riforma, la situazione sta peggiorando: “Per le Agenzie agricole – spiega il sindacato – e della ricerca centralizzare attività e servizi, e quindi allontanarsi dal territorio e dalle campagne, è una scelta nefasta e devastante. Illogica e per niente moderna”. Un invito diretto al presidente della Regione. “Pigliaru – ha aggiunto Palmas – prendi in mano la situazione senza farti condizionare da nessuno”. La riforma dovrebbe partire dal prossimo ottobre. Per la Cisl una partita importante: “Mentre i giovani tornano alle campagne il supporto pubblico non è sintonizzato con queste evoluzioni. Anzi si contorce in teorie superate e che la Giunta sembra subire”. “la definizione di una razionale struttura organizzativa – sottolineano i rappresentanti dei lavoratori – per una amministrazione complessa come quella delle Agenzie richiede un attento studio condotto con tecniche e metodi che consentano una analisi dei costi e dei benefici delle diverse ipotesi possibili”. Una battaglia che entrerà nel vivo in autunno: in ballo c’è il futuro delle campagne dell’isola.

I commenti sono chiusi.