Archivio

Archivio Luglio 2014

Dibattito sulle novità della PAC e del PSR della Regione Sardegna

31 Luglio 2014 27 commenti

Coldiretti punta sulle politiche europee “Bene sfruttare le risorse comunitarie”. L’assemblea a San Vito.

La Coldiretti Cagliari ha organizzato un’assemblea a San Vito per presentare le novità della PAC 2014-2020 (Politica agricola comunitaria), che disegna lo scenario degli aiuti comunitari per il prossimo periodo di programmazione a partire dal 2015. Durante l’assemblea sono state illustrate le novità degli aiuti diretti per agricoltori e pastori. Il presidente provinciale della Coldiretti, Efisio Perra, ha evidenziato l’importanza di questi incontri territoriali che la Federazione sta portando avanti per informare gli associati sulle novità della PAC e per confrontarsi sui temi e le difficoltà del settore. “Le risorse comunitarie sono importanti per le imprese agricole – evidenzia Efisio Perra – occorre però fare in modo che il “mercato” riconosca il valore salutistico e l’impronta ecologica dei prodotti locali, dando il giusto prezzo al prodotto agricolo; in un territorio a forte vocazione turistica occorre garantire una maggiore integrazione tra agricoltura, agroalimentare e turismo”. “Nei prossimi mesi continueremo i nostri incontri sul territorio – concludono Efisio Perra e Vito Tizzano – per informare e confrontarci con i soci sulle novità della PAC e del PSR della Regione Sardegna”

L’Unione Sarda on line, mercoledì 30 luglio 2014 15:59

unicadirinnovazione

Categorie:AGRICOLTURA Tag:

Salviamo e rilanciamo il Centro di Documentazione e Studi delle Donne

23 Luglio 2014 50 commenti

URGENZA
centro donne caAppoggiamo e rilanciamo l’appello di SardegnaSoprattutto perchè le Istituzioni (e i cittadini – singoli e organizzati) si impegnino per scongiurare la chiusura del Centro di documentazione e studi delle donne, attivo a Cagliari dal 1978 .
ape-innovativa2Una proposta di Aladin alle Istituzioni e ai cittadini: subito interventi a carattere finanziario per la sopravvivenza del Centro di Documentazione e Studi (contributi pubblici e progetto di civic-crowdfunding sostenuto dai cittadini) e concessione allo stesso Centro della chiesa di San Giuseppe Calasanzio in Castello, attualmente in abbandono, dopo i necessari lavori di ristrutturazione
L’APPELLO

Il Centro di documentazione e studi delle donne, a rischio di chiusura per l’indifferenza delle Istituzioni
(a cura della Redazione di sardegnasoprattutto / 18 luglio 2014).
C’erano una volta due magazzini in via Lanusei a Cagliari. In quei locali di una piccola e poco frequentata strada della città fu aperta, nel 1978, la Libreria delle donne, la prima in Sardegna e una delle poche in Italia. Erano i mitici anni ’70, segnati dalla contestazione, dal confronto politico onesto e soprattutto, per noi e per il mondo, dalla rivoluzione femminista.
La Libreria delle donne si trasforma nel 1986 nel Centro di documentazione e studi delle donne, biblioteca specializzata e luogo di relazioni politiche. Il Centro era ed è l’unico in Sardegna: nel 2008, il suo archivio è stato formalmente riconosciuto “di interesse storico particolarmente importante” dal MIBACT (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo).
La biblioteca, insieme ai documenti d’archivio, ha costituito negli anni un punto di riferimento speciale per ricerche e indagini individuali e collettive, in collaborazione con l’Università di Cagliari, con insegnanti e studenti di scuole superiori, con altre associazioni che lavorano nel nostro territorio.
Gli Enti Locali hanno sostenuto l’attività del Centro con finanziamenti di progetti specifici. Questo sostegno è stato indispensabile per il funzionamento del Centro, che è nato ed è vissuto soprattutto nella forma dell’autofinanziamento, del lavoro volontario, e per merito di contributi individuali di socie e amiche.
E adesso? - segue - Prosegui la lettura…

Carta delle unità delle terre e capacità d’uso dei suoli

17 Luglio 2014 5 commenti

(Dal sito della Regione Sarda 16.07.14) – ambiente e territorio
Convegno sulla Carta delle unità delle terre e capacità d’uso dei suoli.

L’Assessorato degli Enti locali, finanze ed urbanistica in collaborazione con le agenzie regionali Laore e Agris e con il contributo dell’Università degli studi di Cagliari e di Sassari, ha organizzato un convegno per la presentazione dei risultati raggiunti in attuazione dell’Accordo di collaborazione per la predisposizione della cartografia delle unità delle terre e di capacità di uso dei suoli. – segue – Prosegui la lettura…

Verso il Testo unico in materia di agricoltura, sviluppo rurale, agrobiodiversità, marchio collettivo e distretti

9 Luglio 2014 5 commenti

(L’Unione Sarda mercoledì 9 luglio 2014, on line) Ok a testo unico su agroalimentare. Parere positivo associazioni categoria. Il via libera è arrivato questa mattina.
Il testo unico in materia di agricoltura, sviluppo rurale, agrobiodiversità, marchio collettivo e distretti è stato approvato all’unanimità dalla commissione Attività produttive, presieduta da Luigi Lotto (Pd). Il via libera è arrivato questa mattina dopo il parere favorevole sull’impianto complessivo del testo espresso dalle associazioni di categoria, sentite ieri sera in commissione.
Cia, Copagri Coldiretti, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop, Agci hanno espresso apprezzamento per la volontà della commissione di riunire in un’unica legge più materie riguardanti il settore agroalimentare per semplificare l’attività degli operatori. In particolare hanno sottolineato la loro posizione favorevole alle iniziative sull’agrobiodiversità e sul marchio collettivo che evidenzi la provenienza delle materie prime. Tema quest’ultimo che ha visto invece la contrarietà di Confindustria, che ha però riconosciuto l’azione svolta dalla commissione che ha scelto di arrivare a un Testo che unisse le varie proposte di legge di iniziativa popolare. Il testo unico approvato, che ha avuto il parere favorevole della commissione Bilancio, approderà in Consiglio regionale in tempi brevi.

Mercoledì 09 luglio 2014 13:06

Categorie:AGRICOLTURA Tag:

Agricoltura: c’è il rischio di perdere finanziamenti europei della programmazione 2006-2013

8 Luglio 2014 3 commenti

L’Unione Sarda, 08 luglio 2014
«Fondi Ue per lo sviluppo rurale: rischiamo di perdere 433 milioni»
- Dura presa di posizione delle associazioni Sardegna Sostenibile e Sardegna Pulita -segue – Prosegui la lettura…

Categorie:AGRICOLTURA Tag: