Archivio

Archivio Aprile 2010

Federica, l’e-Learning dell’Università degli Studi di Napoli Federico II

26 Aprile 2010 2.900 commenti

Federica UninaFederica, l’e-Learning dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nasce all’insegna dell’accesso libero alla rete dei saperi accademici, con l’offerta gratuita dei materiali didattici dei singoli corsi di insegnamento ed una guida strutturata all’enorme patrimonio informativo già disponibile in rete.
http://www.federica.unina.it/elearning/

Nuovi strumenti sono così a disposizione del singolo studente e di quanti desiderano giungere, attraverso Internet, ad informazioni scientificamente corrette.

L’interfaccia del portale Web Learning Federica è al servizio della didattica con una metodologia modulare, che coniuga semplicità, flessibilità ed alta qualità tecnologica.

E’ possibile consultare i materiali di studio dei corsi universitari in e-Learning, disponibili anche in formato podcast, in qualunque momento, con una straordinaria ricchezza di contenuti organizzati in moduli formativi: lezioni, immagini, video e link.

Quattro ambienti per studiare ed apprendere
Courseware: I corsi sono strutturati secondo un unico formato standard per tutte le discipline, con una navigazione intuitiva ai suoi contenuti, ai materiali di studio e di approfondimento, alle risorse multimediali e con un’ampia offerta di risorse scientifiche selezionate direttamente dai docenti.

Podstudio: L’offerta di Federica è disponibile anche in formato podcast, cioè fruibile attraverso i lettori multimediali di ultima generazione, per portare con sè i materiali di studio, consultare e leggere le lezioni in qualunque momento e luogo.

Living Library: grazie all’esperienza e al lavoro di un’equipe di ricerca multidisciplinare, Federica guida l’accesso alle fonti scientifiche in Rete attraverso un’autorevole selezione di biblioteche e archivi online per ogni Facoltà: riviste, e-book, enciclopedie, collane di prestigio e banche dati, sono a portata di click.

Piazza Federica: sviluppata con tecnologia 3D da Immaginaria Snc, è il campus virtuale dell’Università Federico II di Napoli e riunisce in una piazza ideale tutte le Facoltà dell’Ateneo. Un luogo da esplorare per scoprire il mondo di Federica, la sua offerta didattica, le sue straordinarie risorse.

http://www.federica.unina.it/elearning/

Categorie:Argomenti vari Tag:

“Atti e-Learning Day”

23 Aprile 2010 5 commenti
Sono stati pubbblicati sul sito della SieL - Società italiana per
l'e-learning ( http://www.sie-l.it/ ) gli "Atti e-Learning Day",
manifestazione svoltasi il 2 Marzo 2010 presso l’Università di Bari. Il
convegno è stato presieduto dal prof. Sebastiano Impedovo (presidente del
Centro di Interfacolta? “Rete Puglia”).
Scarica Atti dell’ e-Learning Day:
http://www.sie-l.it/wp-content/uploads/pdf/atti-e-learning-day-bari.pdf

( Dirinnova - Unitelsardegna www.unitelsardegna.it )

elearning convegno

Categorie:Argomenti vari Tag:

FORUM DELL’INNOVAZIONE – MODERNIZZARE LA P.A. PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

20 Aprile 2010 55 commenti

forumpa 2010Si è conclusa ieri la quarta tappa del Forum dell’Innovazione, evento promosso dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, in collaborazione con il Forum PA e la Regione Sardegna.

L’evento, il cui focus era l’innovazione nella pubblica amministrazione come motore di sviluppo per il territorio, ha visto la partecipazione dei più significativi esponenti istituzionali in materia.

Alla sessione plenaria mattutina sono seguiti tre distinti workshop su: Innovazione, digitalizzazione e e-government; Performance, efficienza e trasparenza della PA; Innovazione e Trasferimento Tecnologico.

 

L’evento è stata l’occasione per un confronto sulla funzione dei processi innovativi nel superare la crisi economica attuale e sul ruolo della PA nello sviluppo del territorio.

Se, come ha sottolineato il moderatore della Tavola Rotonda, Carlo Mocchi Sismondi, Presidente del Forum PA, l’innovazione sembra essere il fattore determinante per poter superare la crisi economica che investe l’Occidente, è importante ragionare, insieme agli attori istituzionali, su come regolamentare e definire lo sviluppo dei singoli territori in una fase delicata come quella attuale; in altre parole: è possibile regolamentare centralizzando i processi oppure è auspicabile un decentramento delle funzioni e una maggiore autonomia locale?

Se è vero che il tessuto economico italiano è quasi esclusivamente basato su piccole e medie imprese fortemente radicate sul territorio, le quali rappresentano il vero motore di innovazione tecnologica, è chiaro che l’innovazione non è una soluzione che può essere sollecitata con processi top-down; questo comporta un ripensare il ruolo delle amministrazioni in un’ottica che le veda promotrici di innovazione ed innovative esse stesse, senza dimenticare però, come ricordato da Renzo Turatto, Capo Dipartimento Digitalizzazione e Innovazione Tecnologica per il Ministero, che la realtà italiana è una realtà in cui l’innovazione arriva dal basso, dalle esigenze cioè, di tutte quelle piccole e medie imprese che operano sul territorio.

Sull’importanza di avere realtà imprenditoriali innovative sul territorio ha posto l’accento Giuliano Murgia, Presidente di Sardegna Ricerche, il quale ha ricordato il caso Tiscali, vera eccellenza a livello nazionale, ma che è rimasta sul territorio sardo, un caso isolato; la difficoltà di alcune realtà locali, come quella sarda,  è quella di avere eccellenze senza riuscire a sviluppare intorno realtà altrettanto ricche per innovazione e sviluppo, laddove in una fase di crisi come quella attuale è quanto mai auspicabile avere non “fari isolati ma illuminazione diffusa”.

Su casi di eccellenze locali e di modelli da esportare si è discusso nella sessione pomeridiana del Workshop Innovazione e Trasferimento Tecnologico, in cui è stato esposto il caso del progetto Basilicata Innovazione, come modello innovativo di collaborazione Nord-Sud, ragionando sull’importanza di contestualizzare ogni caso di successo come di un successo possibile in quel determinato territorio, in quella fase storica e grazie a determinati fattori, proficui in quella determinata area, ma non necessariamente forieri di successo in altre: ancora una volta l’accento è stato posto sulla necessità di ragionare sulle peculiarità dei singoli territori e sulle loro particolari fonti e risorse per lo sviluppo.

Categorie:Argomenti vari Tag:

CONVEGNO NAZIONALE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO

18 Aprile 2010 2 commenti

disperazione“Nuovi Codici del Lavoro – Valutazione dello stress lavoro correlato e qualità della performance organizzativa”: è questo il tema di un importante Convegno Nazionale, organizzato dalla Facoltà di scienze della formazione, che si svolgerà a Cagliari il 29 e 30 aprile p.v.
Il Convegno si propone di approfondire il tema del benessere organizzativo e della valutazione dello stress lavoro correlato,  resa obbligatoria dalle nuove disposizioni di legge.
In particolare, sono cinque le sezioni previste: le forme del disagio organizzativo; le professioni coinvolte nella valutazione dei rischi psicosociali; il metodo e il processo nella costruzione del benessere organizzativo; il punto di vista delle organizzazioni.

Scarica il programma

Categorie:Argomenti vari Tag:

Modernizzare la PA per lo sviluppo del territorio

17 Aprile 2010 Commenti chiusi
forumpa 2010“Forum dell’Innovazione Sardegna, quarta tappa del viaggio nell’Italia che vuole innovare”.
Il convegno, dal sottotitolo “Modernizzare la PA per lo sviluppo del territorio“, si terrà nel Centro congressi della Fiera internazionale di Cagliari, lunedì 19 aprile dalle 10 alle 17.30. L’iniziativa presentata stamane nel corso di una conferenza.

 ”È un appuntamento fondamentale che rappresenta la migliore vetrina possibile dell’innovazione in Sardegna, intesa come valorizzazione dell’esistente e individuazione di nuove prospettive di crescita.

È, inoltre, un importante riconoscimento da parte del ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta al fatto che l’Isola sia in prima fila nell’innovazione e nella valorizzazione delle eccellenze”. Con queste parole l’assessore degli Affari generali, Personale e Riforma della Regione, Ketty Corona ha presentato stamane, in conferenza stampa, il ‘Forum dell’Innovazione Sardegna, quarta tappa del viaggio nell’Italia che vuole innovare’.

L’iniziativa, voluta dal ministero per la Pubblica amministrazione e per l’Innovazione in stretta collaborazione con Forum Pa e Regione, si terrà lunedì 19 aprile dalle 10 alle 17.30 e vedrà gli interventi del presidente Ugo Cappellacci e degli assessori, degli Affari generali, Ketty Corona, della Pubblica Istruzione, Maria Lucia Baire e, della Programmazione e Bilancio, Giorgio La Spisa.
È prevista la partecipazione in videoconferenza, del ministro Renato Brunetta.

“Stiamo trasformando lo storico isolamento della Sardegna in opportunità di grande sviluppo – ha affermato l’assessore Corona –, attraverso la semplificazione della burocrazia lo sviluppo delle reti di comunicazione, la valorizzazione delle caratteristiche peculiari dell’Isola e il miglioramento di efficacia ed efficienza operativa dell’Amministrazione regionale. Stiamo promuovendo, infatti, la creazione di nuove opportunità professionali attraverso la fornitura di servizi, che per loro natura, possono essere delocalizzati”.

L’esponente della Giunta e l’assessore Baire hanno poi illustrato il programma del Forum, che conta già 630 iscritti, numero superiore a quello di tutte le tre tappe precedenti dell’iniziativa e destinato a crescere sensibilmente, dato che le iscrizioni sono aperte anche lunedì dalle 9.30 alle 10.

L’assessore Baire ha, inoltre, sottolineato che “è un’iniziativa importante per la Regione Sardegna, che conferma la volontà della Giunta Cappellacci di investire sull’innovazione, non solo nella pubblica amministrazione, ma in tutti i settori, dai beni culturali all’istruzione, dove esiste, per esempio, uno scollamento tra l’uso della tecnologia nel quotidiano e l’utilizzo che se ne fa nelle aule scolastiche”. “Con il progetto di digitalizzazione della scuola – ha aggiunto l’esponente della Giunta – la Sardegna si candida a diventare una regione all’avanguardia nel campo dell’applicazione della tecnologia all’intero sistema gestionale”.

Il Forum dell’Innovazione, che – ricorda anche il Ministero – è occasione di confronto sul tema dell’innovazione della Pa e dei suoi benefici non solo nell’efficienza dell’ amministrazione, ma anche del sistema produttivo locale operando a supporto dei cittadini e delle forze produttive, sarà così articolato:

- di mattina, sessione istituzionale con tavola rotonda “Una Pa fattore di sviluppo. Il confronto con gli attori di innovazione”
- di pomeriggio, tre sessioni parallele su tre temi:
“Innovazione, digitalizzazione ed e-government”;
“Performance, efficienza e trasparenza della Pa”;
“Innovazione e trasferimento tecnologico”

-sessione plenaria conclusiva
-sessione espositiva riservata agli attori locali, finalizzata a presentare sia soluzioni tecnologiche che progetti di eccellenza.

(dal sito della RAS  http://www.regione.sardegna.it/)
Categorie:Argomenti vari Tag:

Prima Assemblea Camere italiane Ascame

13 Aprile 2010 72 commenti

logo ECC CagliariPrima Assemblea Camere italiane Ascame

L’Ascame, Associazione delle Camere di Commercio ed Industria del Mediterraneo, ente senza scopo di lucro creato a Barcellona nel 1982, riunisce circa 130 Camere di Commercio e altre istituzioni associate provenienti da 20 Paesi rivieraschi del Mediterraneo (Albania, Algeria, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Libano, Libia, Malta, Montenegro, Marocco, Serbia, Siria, Slovenia, Spagna, Tunisia e Turchia) e ha, come fine, la promozione nell’area mediterranea dello sviluppo economico e della cooperazione tra gli operatori economici.

L’ASCAME ha la sede legale e la Segreteria Generale in Catalogna, presso la Camera di Commercio di Barcellona. La Presidenza é in Turchia, presso la Camera di Commercio di Istanbul. L’ASCAME si propone di costituire un network tra Camere di Commercio ed enti che agevolano la cooperazione economica tra i Paesi del bacino del Mediterraneo e il numero elevato dei membri dell’Ascame che fa dell’Associazione stessa l’istituzione geograficamente più estesa del Mediterraneo.

La Camera di Commercio di Cagliari ha pianificato di organizzare il 03 maggio 2010 un evento congiunto di tutte le oltre 30 strutture camerali italiane associate alla Rete. La manifestazione intende essere un primo momento di confronto e di dialogo tra tutte le strutture camerali italiane che, a diverso titolo, operano a favore dell’interscambio con le aree del Mediterraneo. Nel corso dell’evento sarà siglato un documento di sintesi che rappresenti la posizione comune (un Memorandum of Understanding) tra le Camere italiane della Rete Ascame, che rilanci un ruolo attivo del sistema camerale italiano nei processi di crescita e di integrazione dell’area mediterranea. Le Camere di commercio italiane della rete Ascame si faranno, in sostanza, interpreti delle esigenze del territorio di appartenenza (in un quadro di interessi nazionali) con l’obiettivo di elaborare una “linea di lavoro condivisa” della Rete da presentare al Comitato Esecutivo, al quale partecipa la Camera di Cagliari in rappresentanza delle Camere Ascame italiane stesse.
 

Programma 03 maggio 2010

ore 10:30 Saluti Giancarlo Deidda – presidente C.C.I.A.A. Cagliari

Saluti Emilio Floris – sindaco di Cagliari

Saluti Ferruccio Dardanello – presidente Unioncamere

Saluti Murat Yalcintas – presidente ASCAME

ore 11:20 Marilina Labia – Dirigente Fondazione Istituto G. Tagliacarne – “Il quadro geopolitico dell’area mediterranea e lo stato degli scambi commerciali con i paesi della riva sud”.

ore 11:40 Anna Maria Catte – Direttore Generale Ufficio dell’autorità di gestione comune del programma operativo ENPI CBC Bacino del Mediterraneo – “Il programma ENPI: opportunità e prospettive di cooperazione euromediterranea”.

Coffe Break

12:30 Sandro Pettinato – Vice Segretario generale Unioncamere – “Il ruolo di Unioncamere e del sistema camerale europeo nelle politiche di promozione degli accordi economici in area Mediterranea . Progetto Mediterraneo e Programma Invest in Med”.

Business lunch

ore 15:00 Workshop

Giancarlo Deidda – relazione introduttiva lavori

Interventi dei Presidenti e dei Segretari Generali delle Camere e degli enti camerali italiani associati ad ASCAME

Giancarlo Deidda – presentazione del Documento Unitario Camere Ascame e successiva firma del Memorandum of Understanding-MOU “The Italian Chambers of Commerce towards the Mediterranean Challenge”:

ore 21:00 Cena di gala

………………………………………

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria organizzativa: Stefania Frigau 070 60512414 stefania.frigau@ca.camcom.it

 

Categorie:Argomenti vari Tag:

Report Dirinnova 2009

10 Aprile 2010 Commenti chiusi
DirinnovaE’ disponibile, pubblicata nel sito web, la relazione delle attività svolte dalla Direzione per le relazioni con il territorio, l’innovazione e lo sviluppo (Dirinnova) nell’anno 2009:
http://www.unica.it/UserFiles/File/Direzioni/Dirinnova/documenti/dirinnova-relazione2009.pdf

(Dirinnova http://www.unica.it/pub/17/index.jsp?is=17&iso=123)

Categorie:Argomenti vari Tag:

FORUM DELL’INNOVAZIONE – 19 Aprile, Cagliari – Centro Congressi Fiera Internazionale della Sardegna

1 Aprile 2010 Commenti chiusi

Il quarto appuntamento del FORUM DELL’INNOVAZIONE, promosso dal Ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione e FORUM PA ed ospitato e co-promosso dalla Regione Sardegna, è dedicato al territorio sardo che, forse più di altri, ha bisogno di una spinta decisiva in direzione dell’innovazione per uscire da un periodo difficile.

L’innovazione tecnologica, la valorizzazione dei talenti, l’investimento nella ricerca scientifica e nella formazione delle nuove generazioni, la cultura del merito e della legalità sono leve fondamentali per la riconversione di un territorio che ha vissuto la crisi del settore industriale, ma che racchiude un grande potenziale. I grandi centri di ricerca a livello nazionale ed Europeo, il piano per la larga banda (tra i più estesi d’Italia) e l’investimento in digitalizzazione e rinnovamento della macchina amministrativa sono alcune delle carte su cui la Sardegna ha scommesso da diversi anni e che possono fare la differenza.

L’incontro sarà l’occasione per far incontrare le migliori esperienze del territorio con le strutture del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, in modo da proporre suggerimenti e spunti di riflessione per una governance dell’innovazione di livello nazionale, che tenga conto delle specificità e dei risultati ottenuti in questi anni da tutti gli attori del sistema Sardegna.

Oltre ad una sezione congressuale che proporrà un confronto sulle politiche e che vedrà la presenza del Ministro Brunetta e del Governatore Cappellacci e che darà spazio alle migliori esperienze realizzate sul territorio in tema di digitalizzazione ed e-government, efficienza e trasparenza e trasferimento tecnologico, il FORUM DELL’INNOVAZIONE Sardegna avrà anche un’area espositiva in cui gli attori locali – le eccellenze del territorio – saranno presenti con i loro progetti di innovazione e le loro soluzioni tecnologiche.

Per maggiori info: http://www.foruminnovazione.net/calendario/isole/

Categorie:Argomenti vari Tag:

The 2nd Annual Internet of Things Europe 2010: una mappa per l’Europa – 1 e 2 Giugno – Bruxelles

1 Aprile 2010 38 commenti

Si terrà a Bruxelles il prossimo 1 e 2 Giugno il 2° Annual Internet of Things in Europe, evento che vedrà la partecipazione di policy makers, imprenditori e consumatori, al fine di fare il punto sullo stato dell’arte relativo alla funzione di internet nel definire l’interazione tra soggetti e mondi reali e virtuali nei prossimi anni.

I temi affrontati saranno i seguenti:
- Quanto e come The Internet of Things rafforzerà l’esperienza dei cittadinie le loro capacità individuali;
- A quale tipo di innovazione e a quale sviluppo stiamo assistendo;
- Quali sono le sfide in termini di sicurezza e tutela della privacy sottendono l’IOT;
- Come si può veramente incoraggiare una reale competitività in Europa;
- Quali sono gli strumenti che l’Europa ha a disposizione per incoraggiare un clima propizio agli investimenti;
- Quali sono i modelli di best practise che ci provengono dagli Stati esterni alla UC, e che vale la pena riproporre in Europa.

Per maggiori info: www.internetofthings2010.eu

Categorie:Argomenti vari Tag: