Archivio

Archivio Ottobre 2006

FAQ Avviso 1854/06 misura II.3 PON Ricerca

31 Ottobre 2006 2 commenti


FAQ Avviso 1854/06 misura II.3 PON Ricerca
Sono in pubblicazione, periodicamente aggiornate, le FAQ relative al Bando Attuazione Misura II.3 ?Centri di Competenza Tecnologica” del PON Ricerca 2000-2006.

Nelll?ambito del Programma Operativo Nazionale(PON) ?Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione? 2000-2006 per le regioni dell?Obiettivo 1 Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Asse II, Misura II.3 ?Centri di Competenza Tecnologica?, il Ministero dell?Università e della Ricerca con l?Avviso n. 1854/06, intende promuovere la costituzione di Centri di Competenza Tecnologica secondo un modello ?a rete? in ambiti coerenti con le specializzazioni produttive delle regioni meridionali. L?intervento riguarda la realizzazione, l?avvio e lo start up di singoli Centri e la costituzione e l?attivazione della Rete dei Centri, nonché le attività di formazione finalizzate a rendere disponibili sul versante sia dell?offerta (Centri) sia della domanda (PMI destinatarie dei servizi dei Centri) competenze adeguate ed idonee al perseguimento degli obiettivi della Misura. I Centri sono strutture dedicate alla promozione dello sviluppo scientifico-tecnologico delle imprese (in particolare di PMI) e dotate di una massa critica di risorse materiali e immateriali idonea a fare dell?innovazione uno dei motori principali dello sviluppo locale.

http://www.ponricerca.miur.it/Public/PonRicerca/F1280/F1280.aspx?xmlFile=Mod_FAQ.xml#
Riferimenti: Dirinnova – Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Il processo di programmazione dei fondi strutturali e lo stato dell’arte

24 Ottobre 2006 2 commenti


Il seminario si colloca nell’ambito della IV edizione del percorso formativo “La programmazione dei Fondi strutturali 2007 – 2013″ organizzato dal Formez in collaborazione con la regione Sardegna nell?ambito del Progetto ?Sistema di gestione delle conoscenze sulle politiche di sviluppo e coesione- KM Coesione?.
Il seminario intende offrire un momento di riflessione sullo stato dell’arte del negoziato sulle politiche di coesione 2007- 2013, alla luce delle recenti evoluzioni che hanno portato l’Unione Europea a definire il quadro normativo e il sistema di obiettivi per il ciclo di programmazione 2007-2013.
Sede: Sala Anfiteatro, Assessorato Pubblica Istruzione
via Roma 253 Cagliari
Progetto di riferimento: Sistema di gestione delle conoscenze sulle politiche di sviluppo e coesione (KM Coesione)
Referente: Roberta Chiappe
Coordinatore: Salvatore Marras
La partecipazione al seminario è aperta a tutti gli interessati, ma è necessario confermare la propria partecipazione con una email a rchiappe@formez.it entro il 23 ottobre 2006

Documentazione

.pdf 482- KBProgramma_Seminario_26_ottobre.pdf
Riferimenti: Dirinnova Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,

Istud presenta a Cagliari i suoi Master

20 Ottobre 2006 27 commenti


La Fondazione ISTUD, prestigiosa e storica business school italiana, che ha contribuito negli anni all?evoluzione del management delle più importanti imprese italiane e multinazionali, organizza una giornata di orientamento, presentazione e selezione dei propri Master e Programmi di Formazione post-laurea:

Master in Gestione Bancaria
Master in Marketing Management
Master in Risk Management and Control
Programma Scienziati in Azienda
IEP ISTUD Entrepreneurship Programme

che si terrà a:
Cagliari, il 26 Ottobre 2006
Presso Hotel Holiday Inn,
Viale Umberto Ticca
Ore 9,30

La giornata sarà una valida occasione per conoscere i Master della Fondazione ISTUD, attraverso la presentazione del mattino, con la possibilità aperta per il pomeriggio di svolgere le selezioni per l?ammissione ai vari Programmi.
Il superamento delle prove di selezione darà la possibilità di presentare domanda presso la Regione Sardegna per l?assegnazione di una Borsa di Studio legata al bando ?Master and Back?
(http://www.regione.sardegna.it/tematiche/istruzione/masterandback/)

Per partecipare alle giornata, è gradita conferma via fax o e-mail, entro il 23 ottobre, ai seguenti recapiti:
Fax: 0323.933.805.
info@istud.it
Chi volesse partecipare anche alle selezioni, può contattare il numero: 0323.933.801.

Riferimenti: Dirinnova – Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

"Validation of non-formal and informal learning". Un Convegno a Milano

18 Ottobre 2006 17 commenti


Il riconoscimento dell’apprendimento precedente
Milano, lunedì 9 novembre 2006 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano si svolgerà un seminario organizzato dal Gruppo Nazionale dei Promotori di Bologna in collaborazione con l’EAIE, dal titolo “Validation of non-formal and informal learning”.
I lavori, che si svolgeranno IN INGLESE CON TRADUZIONE SIMULTANEA nella mattinata e IN ITALIANO NEL POMERIGGIO, vedranno la partecipazione di esperti italiani e stranieri.

In rete
Sito Socrates Italia
scheda di iscrizione (word)

Programma: http://www.crui.it/Internazionalizzazione/data/allegati/links/3387/seminario_milano_9nov_06.pdf

Riferimenti: Dirinnova – Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,

Festa di compleanni nella nostra Direzione

17 Ottobre 2006 Commenti chiusi


Oggi grande festa nell’area e nell’aria per i compleanni di Graziella Pili e di Cristina Mocci.
Alle due signore colleghe i migliori auguri.
Riferimenti: Dirinnova – Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

CRUI: ?Relazione sullo Stato delle Università Italiane?.

17 Ottobre 2006 2 commenti


CRUI: la Relazione 2006 in diretta
Lo stato delle Università italiane
Roma, 9 novembre 2006 , ore 15.00

Per rendere conto dell?impegno con cui il sistema universitario lavora alla costruzione del proprio futuro, la Conferenza dei Rettori propone anche quest?anno la ?Relazione sullo Stato delle Università Italiane?.

Gli Atenei italiani, fra le più antiche e prestigiose istituzioni del mondo, contribuiscono da secoli allo sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese.

La crescita tarda a ripartire. I conflitti si moltiplicano. Emergono diversità che separano invece di unire. In una fase storica così concitata l?Università rappresenta allo stesso tempo il baluardo a difesa delle conquiste del passato e il trampolino proteso verso le scoperte del futuro.

DIRETTA WEB
A partire dalle ore 15.00 è possibile seguire la relazione 2006 in diretta web

Fonte: www.crui.it
Riferimenti: Dirinnova-Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,

Sardegna Speaks English

9 Ottobre 2006 Commenti chiusi


Sardegna Speaks English – Venti milioni di euro stanziati dalla Regione perché i sardi imparino l’inglese attraverso corsi in aula, lezioni on line con supporto di tutor, programmi televisivi. Il programma è rivolto a tutte le fasce d’età, dagli studenti ai lavoratori.Oggi non ci si può più permettere di ?restare muti?. Quando un turista ci rivolge una domanda in inglese, quando facciamo un viaggio all?estero, oppure una ricerca su Internet, che fornisce informazioni comprensibili soltanto agli anglofoni, ma anche, più banalmente, quando vorremmo comprendere il testo di una canzone e magari cantarla senza ridicoli strafalcioni.

Chi non sa parlare l?inglese è condannato a restare muto e un passo indietro rispetto agli altri. Ha battuto su questo concetto il presidente della Regione, Renato Soru, per spiegare con quanta convinzione la Regione abbia deciso di destinare 20 milioni di euro per far crescere ?rapidamente? il livello di conoscenza dell?inglese tra i cittadini sardi. Verranno utilizzati i canali classici, come i corsi d?inglese, ma si punterà anche su Internet con corsi on line sul portale regionale dell?istruzione Conoscere.it e con programmi televisivi in inglese, per i quali la Regione acquisterà gli spazi sulle televisioni locali.

Il programma non poteva che chiamarsi ?Sardegna Speaks English?, che suona come uno stimolante invito a impegnarsi per colmare un ritardo, che penalizza anche economicamente la Sardegna. Senza competenze linguistiche e dimestichezza con l?inglese è difficile essere presi in considerazione e trovare spazi sul mercato internazionale. Un solo dato chiarisce la situazione: nel Sud d?Italia e nelle Isole, i cittadini che hanno una conoscenza scolastica delle lingue straniere sono soltanto il 53 per cento della popolazione, mentre negli altri Paesi l?inglese è seconda lingua. Il piano d?intervento è stato approvato dalla Giunta e dovrà essere esaminato dalla Commissione consiliare per la Cultura, prima di diventare operativo.

Inutile dire che, senza la motivazione e la volontà dei cittadini, giovani e adulti, di studiare per imparare l?inglese, il progetto difficilmente potrà realizzarsi. Sarebbe una grande occasione persa. ?Il programma Sardegna Speaks English coinvolgerà cittadini di tutte le fasce d?età, dai bambini della scuola materna fino agli adulti?, ha detto l?assessore della Pubblica Istruzione, Elisabetta Pilia, evidenziando che 10 milioni di euro, ovvero la metà dello stanziamento complessivo, sono stati destinati ai corsi gratuiti di inglese di vario livello per gli adulti, che saranno organizzati nelle scuole o nei centri informa-giovani. ?I corsi previsti saranno 1650 e coinvolgeranno circa 20 mila persone in tutta l?Isola, perché nessun territorio resti escluso dal programma. Saranno organizzati con le Province, d?intesa con i Comuni e in raccordo con i Centri territoriali permanenti per l?istruzione e la formazione?. I corsi saranno rivolti prioritariamente a chi lavora a stretto contatto con il pubblico, nella pubblica amministrazione, negli aeroporti e in tutti gli altri settori dei trasporti, nel settore turistico-alberghiero, nei musei e siti culturali. Potrà frequentare le lezioni anche chi è in cerca di occupazione e potrà arricchire il suo curriculum con un certificato che ne attesti le competenze linguistiche.

Uno dei cardini del programma ?Sardegna Speaks English? è, oltre alla distribuzione territoriale delle iniziative, la certificazione, ovvero il conseguimento alla fine di tutti i corsi previsti, anche quelli organizzati dalle scuole, di un certificato internazionale, spendibile poi sul mercato, come Toefl, Esol, Bec, Cels, Toeic. In questo modo, sarà facilitato anche il lavoro di monitoraggio di tutto il programma, finanziato dalla Regione, che servirà a valutare la risposta da parte dei cittadini sardi, il loro grado di competenze e la qualità di ogni singolo intervento, anche per programmare altri investimenti rivolti alla formazione della popolazione.

E? previsto che la predisposizione delle linee guida – dalla valutazione delle tipologie di certificazione, ai criteri di ammissibilità dei partecipanti e alla verifica del monitoraggio – sia affidata a una Commissione tecnico-scientifica, di cui faranno parte un rappresentante del British Council, due docenti di lingua inglese dei Centri linguistici di Ateneo di Cagliari e Sassari, un esperto del mondo della scuola per l?insegnamento dell?inglese, due esperti di associazioni professionali degli insegnanti di lingua. E? stato inoltre deciso che la gestione degli aspetti tecnici del programma, dalla predisposizione dei bandi al piano di comunicazione, sarà affidato a un?azienda esterna, selezionata attraverso un bando pubblico.

Gli interventi previsti per il settore dell?istruzione sono tre, per uno stanziamento complessivo di 5 milioni 300 mila euro, mentre sono quattro le azioni che riguardano gli adulti. L?obiettivo della Regione è di incentivare le scuole a sostenere la conoscenza dell?inglese attraverso progetti integrativi dell?offerta scolastica nelle scuole dell?infanzia, nelle elementari e nelle medie inferiori. Secondo le stime, potrebbero essere coinvolto circa 140 scuole.

Nelle scuole secondarie di secondo grado, la Regione finanzierà con 2 milioni 700 mila euro corsi di inglese finalizzati al conseguimento delle certificazioni ?Preliminary English Test? e ?First Certificate in English?. Si pensa a un migliaio di corsi per circa 200 scuole. Saranno finanziati con 200 mila euro anche progetti sperimentali per la realizzazione di programmi radiofonici in inglese, a cura degli studenti. Un milione di euro è stato destinato a corsi intensivi di inglese nelle università.

Per gli adulti è prevista l?assegnazione di voucher formativi per la frequenza di corsi di inglese di tutti i livelli (un milione di euro) e voucher per gli esami di certificazione internazionale per chi è già in possesso di competenze linguistiche (un milione di euro). Per l?aggiornamento degli insegnanti di inglese sono stati stanziati 800 mila euro per la frequenza di corsi all?estero e in Sardegna.
Corsi gratuiti di inglese con l?ausilio di 30 tutor potranno essere seguiti anche on line sul portale Conoscere.it e sulle televisioni locali, che trasmetteranno le lezioni per stranieri di ?English Zone? dell?emittente BBC.

Dal sito della Regione Autonoma della Sardegna
Riferimenti: Dirinnova – Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Online il sito del Consorzio Unitelsardegna

7 Ottobre 2006 1 commento


E’ on line il sito del Consorzio Interuniversitario per l’Università Telematica della Sardegna – Unitelsardegna
wwww.unitelsardegna.it
Riferimenti: Unitelsardegna

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,