Archivio

Archivio Maggio 2006

La telematica nella didattica universitaria. Convegno all’Università di Sassari

31 Maggio 2006 1 commento


La telematica nella didattica universitaria. Convegno all’Università di Sassari
Comunità di apprendimento
Riflessioni sull’uso della telematica nella didattica universitaria
1 giugno 2006, 09.30 – 13.00 e 14.00 – 18.00
Aula A della Facoltà di S.M.F.N.
via Vienna 2, Sassari

Interventi previsti:

Introduzione

prof. Alessandro Maida
Rettore dell’Università degli Studi di Sassari

Prospettive

prof. Virgilio Mura (nella foto)
Preside Facoltà di Scienze Politiche
Presidente dell’Università telematica della Sardegna

prof. Giovanni Lobrano
Preside Facoltà di Giurisprudenza

prof. Giovanni Maciocco
Preside Facoltà di Architettura

Università telematica della Sardegna

prof. Silvano Tagliagambe
Direttore dell’Università telematica della Sardegna

prof. Francesco Soddu
Facoltà di Scienze Politiche

Scenari nazionali e internazionali

prof. Alberto Colorni
Centro METID – Politecnico di Milano
Presidente Società Italiana di e-Learning

prof. Roberto Maragliano
Università degli Studi Roma Tre

Esperienze

prof. Paolo Calidoni
Facoltà di Lettere e Filosofia

prof. Salvatore Rubino
Facoltà di Medicina

Ivan Blecic
Facoltà di Architettura

Enrico Panai
Facoltà di Lettere e Filosofia

Per una comunità di apprendimento

prof. Arnaldo Cecchini
Facoltà di Architettura

dott. Francesco Sircana

settore Comunicazione Multimediale
Universita’ degli Studi di Sassari

Sito Web: orientamento.uniss.it
Cell: 320-9225608. Tel: 079-22-8864.

Fax: 079-22-9846. E-Mail: f.sircana@uniss.it
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,

Presentato il rapporto CRENoS sull’economia della Sardegna

27 Maggio 2006 1 commento


Presentato oggi, nella sala conferenze del Banco di Sardegna a Cagliari, il 13° rapporto Crenos sull’economia della Sardegna. Con la presidenza di Raffaele Paci (direttore Crenos), dopo gli indirizzi di saluto di Antonello Aru (presidente Fondazione Banco di Sardegna) e di Pasquale Mistretta (rettore dell’Università di Cagliari) sono intervenuti Adriana Di Liberto (relatrice, Crenos), Sergio Paba (preside della facoltà di Economia dell’Università di Modena), Gianni Biggio (presidente Confindustria Sardegna) e Renato Soru (presidente della Giunta regionale sarda).
Per Dirinnova era presente il Direttore.
———————
Il rapporto
La crescita del Pil italiano continua ad essere inferiore sia a quella delle principali economie mondiali sia a quella europea. Tuttavia, all?interno di questo scenario nazionale negativo emerge che il Mezzogiorno, compresa la Sardegna, si è sviluppato a ritmi superiori a quelli del Centro-Nord, riuscendo a ridurre lo storico divario che lo separa dalle aree più ricche del paese. In questo contesto, è possibile sostenere che la nostra regione ha finalmente avviato un processo di crescita stabile e duraturo? Oppure, malgrado la positiva performance in ambito nazionale, è più corretto concludere che l?economia regionale appare in affanno insieme al resto del paese? E come spiegare che, malgrado la fase di stagnazione economica, gli ultimi anni siano stati caratterizzati dalla riduzione dei tassi di disoccupazione? Infine, l?andamento del settore turistico aiuta a interpretare almeno alcuni tasselli di questo complicato mosaico? Anche quest?anno l?indagine condotta dal CRENoS nel suo Rapporto sull?Economia della Sardegna analizza queste e altre problematiche, fornendo una chiave di lettura di una realtà economica regionale in continua trasformazione.

Con il Tredicesimo Rapporto sull?Economia della Sardegna il CRENoS presenta un?analisi strutturale sulle tendenze dell?economia regionale accompagnata dall?elaborazione di scenari di previsione per il Pil, il mercato del lavoro e l?andamento del settore turistico. Anche quest?anno il lavoro è stato realizzato con il sostegno finanziario della Fondazione Banco di Sardegna. Il Rapporto rappresenta un importante contributo informativo sull?andamento dell?economia isolana ed un valido strumento di valutazione delle decisioni di politica economica. Ad ogni nuova edizione la ricerca si arricchisce di nuovi contributi e, quindi, di nuove analisi ed approfondimenti.

Il Rapporto si articola in sei capitoli di cui il primo dedicato ad una introduzione generale dei temi trattati. Nel secondo capitolo viene offerta la consueta analisi strutturale dei principali aggregati macroeconomici. Il terzo introduce un quadro informativo della dotazione infrastrutturale materiale e immateriale presente in Sardegna. Il quarto capitolo esamina le principali tendenze del mercato del lavoro, mentre il quinto è dedicato allo studio del settore turistico e del suo impatto sull?ambiente. Infine, il sesto capitolo offre una sintesi dei principali risultati raggiunti.

——————
Indice del volume

1. Introduzione

2. Il sistema economico
2.1 Introduzione
2.2 Dati regionali internazionali: il Pil delle regioni europee
2.3 La dinamica del Pil e dei consumi: i dati regionali italiani
2.4 La struttura produttiva: macro-settori e settori tradizionali
2.5 La Sardegna e i mercati esteri
2.6 Dati provinciali: una prima analisi socio-economica
2.7 La Programmazione negoziata
2.8 L?andamento degli aggregati creditizi
2.9 Le previsioni: il prodotto interno lordo
2.10 Considerazioni conclusive

3. I fattori di competitività
3.1 Introduzione
3.2 Le infrastrutture immateriali
3.3 Le infrastrutture materiali
3.4 La produttività delle imprese sarde: un?analisi campionaria
3.5 Considerazioni conclusive

4. Il mercato del lavoro
4.1 Introduzione
4.2 La dinamica degli indicatori del mercato del lavoro
4.3 La struttura dell?occupazione
4.4 La struttura della disoccupazione
4.5 Esiti della riforma del mercato del lavoro
4.6 Le previsioni per il mercato del lavoro
4.7 Considerazioni conclusive

5. Turismo e sostenibilità
5.1 Introduzione
5.2 Il sistema turistico in Sardegna: domanda e offerta
5.3 Sostenibilità turistica e partecipazione: l?Agenda 21 Locale
5.4 Le previsioni expert-opinion sul turismo
5.5 Considerazioni conclusive

6. Conclusioni
Bibliografia</i
Riferimenti: CRENoS Unica-Uniss

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , ,

Anna&Attilio sposi

21 Maggio 2006 Commenti chiusi


Auguri festosi e affettuosi di tutta l’area e dintorni alla nostra collega Anna Cotza e al suo consorte Attilio Piras, convolati a nozze il 20 maggio, nella chiesa di S.Lucifero a Cagliari.
Crescete e moltiplicativi!
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Festa nell’aria e nell’area

20 Maggio 2006 4 commenti


Oggi sposi Anna e Attilio. La cerimonia nella Chiesa di S.Lucifero a Cagliari.
W gli sposi che ci danno fiducia nell’avvenire!
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Pasquale Mistretta confermato Rettore per il triennio 2007-2009

19 Maggio 2006 1 commento


18 maggio 2006. Il prof. Pasquale Mistretta è stato confermato al primo scrutino dei voti Rettore della nostra Università per il triennio 2007-2009.
Auguri di buon lavoro a lui e a tutti noi per la nostra Università e per lo sviluppo della città e della Sardegna.

Tutti i dati in rete, nel sito dell’Ateneo. Complimenti ai colleghi dell’Ufficio elettorale dell’Ateneo (afferente alla Direzione Amministrativa) per la tempestività e l’efficienza (tutti i dati sono stati immessi in rete nel sito web di Unica dopo un’ora dalla chiusura dei seggi).

http://csia.unica.it/oocc/Elezioni2006/default.htm
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Guido Trombetti è il nuovo Presidente della CRUI. Auguri da Dirinnova!

18 Maggio 2006 Commenti chiusi


Guido Trombetti è il nuovo Presidente della Conferenza dei Rettori
18 maggio, Roma, sede CRUI. L’Assemblea dei Rettori ha eletto a maggioranza assoluta Guido Trombetti, Rettore dell’Università di Napoli Federico II, nuovo Presidente della CRUI.
La stessa Assemblea ha poi designato quali membri del comitato di presidenza i rettori: Bianchi (Ferrara), Decleva (Milano Statale), Dalla Torre (LUMSA), Garbarino (Piemonte Orientale), Giannini (Stranieri Perugia), Mancini (Tuscia), Marinelli (Firenze), Milanesi (Padova), Pasquino (Salerno), Silvestri (Palermo).

“Il paese attraversa oggi un momento di forte cambiamento: un nuovo governo, un nuovo progetto. L’Università non sarà da meno” – ha detto Trombetti subito dopo l’elezione – “In qualità di Presidente della CRUI mi impegnerò per un rilancio delle quattro parole d’ordine che i Rettori italiani hanno ormai da anni messo a fondamenta del futuro dell’Università: risorse, valutazione, trasparenza, autonomia”.

“In questo senso accolgo con grande favore le dichiarazioni del neo-Ministro Mussi che intende mettere in cima alla lista dei suoi obiettivi il tema dei finanziamenti” ha aggiunto il neo presidente della CRUI . “Gli Atenei non possono vivere senza risorse adeguate, la situazione odierna ce lo dimostra. D’altra parte non si può più chiedere senza essere valutati, la trasparenza e la misurazione dei risultati rappresentano l’unica via verso il riconoscimento sociale del nostro lavoro e verso un’autonomia responsabile”.
“In quest’ottica il ruolo della CRUI - ha concluso Trombetti – sarà quello di crocevia del dialogo fra sistema universitario, da una parte, e istituzioni politiche, territorio e opinione pubblica, dall’altra. Un osservatore attento garante dell’autonomia e del rilancio della centralità dei nostri Atenei per lo sviluppo e la crescita del Paese”
Guido Trombetti si laurea in Matematica nel 1971 all’Università di Napoli Federico II. Nel 1980 diventa Professore Ordinario di Analisi Matematica e svolge attività di docenza presso la Facoltà di Scienze MFN della stessa Università.

Allievo di Carlo Miranda, la sua attività di ricerca si è svolta prevalentemente nel settore delle Equazioni a derivate parziali; Problemi di ottimizzazione; Metodi di simmetrizzazione. Tale attività scientifica si è svolta anche in collaborazione con numerosi autori italiani e internazionali. Autore di numerose pubblicazioni, è stato relatore in numerosi convegni nazionali ed internazionali.

Numerose le cariche accademiche ricoperte, da Direttore dell’Istituto di Matematica (1981-82), a Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Matematica (1986-89). Diventa Preside della Facoltà di Scienze MFN nel 1993 fino al 2001, quando ottiene per la prima volta l’incarico di Rettore. Nel 2003 il Presidente della Repubblica Ciampi gli consegna la Medaglia d’oro ai Benemeriti della Scuola, della Cultura e dell’Arte.

Dal 2004 è componente del Comitato di Presidenza e Vicepresidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane. E’ Socio dell’Accademia Pontaniana, Presidente della Accademia di Scienze Matematiche e Fisiche e membro del Comitato di Consulenza Scientifica del C.N.R. Trombetti è stato appena rieletto per il secondo mandato di Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, incarico che ricoprirà fino al 2010

AUGURI DI BUON LAVORO AL NEO PRESIDENTE DALLA DIREZIONE DIRINNOVA
Riferimenti: Crui

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , , ,

Concluso il Convegno nazionale Didamatica 2006

18 Maggio 2006 Commenti chiusi


Concluso il Convegno nazionale Didamatica che si è svolto a Cagliari, presso il Centro E-learning d?Ateneo, dall?11 al 13 maggio. Il Convegno nazionale Didamatica 2006 è promosso annualmente dall?AICA – Associazione italiana per l?informatica ed il calcolo automatico – sugli sviluppi innovativi e sulle esperienze nel settore dell?Informatica applicata alla didattica.

——————————————————————————–
Vedi sito ufficiale del convegno DIDAMATICA 2006
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Cristina & Giovanni sposi

13 Maggio 2006 3 commenti


Sabato 13 maggio 2006, chiesa S. Francesco d’Assisi, Cagliari: ore 11.30 Cristina e Giovanni convolano a nozze. FESTA GRANDE (anche) NELL’AREA per il matrimonio della nostra collega Cristina Aresu con Giovanni Maciocco.
Auguri! Saluri e Trigu!
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Distretto Tecnologico Sardinia ICT

11 Maggio 2006 108 commenti


11 maggio 2006. Questa mattina si è tenuta in Regione, presso il Centro Regionale di Programmazione, una riunione di consultazione sulle politiche regionali di PROGETTAZIONE INTEGRATA, con specifico riferimento alla costituzione del Distretto ICT. Presenti con lo staff del CRP coordinato dall’ing. Salvatore Orlando, rappresentanti del CRS4, dell’IFN, dell’Università di Cagliari. Per la nostra Università i proff. Michele Marchesi e Fabio Roli e il dott. Franco Meloni.
E’ stato presentato il documento “http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_84_20060505193052.pdf target=_blank>Elementi per la predisposizione dei progetti integrati di sviluppo regionale“, pubblicato sul sito della Regione Sarda: http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_84_20060505193052.pdf

IL RESOCONTO DELLA RIUNIONE INVIATOCI DAL PROF. MICHELE MARCHESI
Cari amici,
vi scrivo per informarvi dello stato del progetto sul Distretto
Tecnologico Sardina ICT, della Regione.
Il documento che illustra scopi, motivazioni ed ambiti del progetto è in
linea sul sito della Regione, e fa parte del più ampio documento:
?ALLEGATO 3.5, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E SERVIZI, Iniziative
Imprenditoriali Innovative?, allegato ai documenti della Progettazione
Integrata, POR Sardegna 2000-2006 (pagg. 11-35):
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_84_20060505193052.pdf
Lo strumento prioritario di attuazione del progetto Sardinia ICT sarà
quello dei laboratori tecnologici. Tali laboratori sono delineati nel
documento citato, e recepiscono buona parte delle nostre proposte,
formulate e consegnate alla Regione nel 2005.
La forma precisa di attuazione dei laboratori non è ancora definita. Le
forme di finanziamento saranno varie, a seconda del tipo di iniziativa
(ricerca, formazione, incentivi alle imprese, ecc.). Un requisito chiave
è che siano iniziative di sostegno alla nascita ed allo sviluppo di
imprese sarde, concordate in anticipo con la Regione e con gli altri
attori chiave. Non si tratterà quindi in alcun modo di bandi di ricerca
?aperti?, ma di un insieme di iniziative (tra cui anche la ricerca
industriale) organiche ed in grado di conseguire lo scopo di creare un
ambiente favorevole allo sviluppo di imprese.
Dei sedici laboratori citati nel documento, alcuni saranno scelti ed
attivati in tempi relativamente brevi. Gli altri potranno seguire.
Personalmente, credo che l?Università debba farsi parte attiva nel
processo progettuale di definizione delle proposte di laboratorio. La
procedura da seguire sarà la seguente:

1. entro fine maggio dovranno essere raccolte e comunicate alla Regione
le osservazioni sul documento;

2. entro i primi di giugno saranno scelti i laboratori iniziali, e per
ciascuno di essi le organizzazioni interessate (CRS4, Università,
imprese…) redigeranno un piano dettagliato;

3. i bandi per i laboratori dovrebbero uscire entro luglio-agosto.

Il sottoscritto agirà da tramite tra Università di Cagliari e Regione in
quanto delegato dell’Università. Chi è interessato a farsi parte attiva
per partecipare ad uno dei laboratori previsti me lo faccia sapere al
più presto, dettagliando il proprio contributo a tale laboratorio ed
eventuali partner industriali che ritenga di poter coivolgere.

Resto in attesa dei vostri contributi, e sono a disposizione per
ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti

Michele Marchesi

———————————
Workshop sui rapporti Università-Territorio del 16 giugno 2006: leggi Modulo di iscrizione
Programma: http://www.unicafor.it/workshop.html
Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Università telematica: presentato alla stampa il progetto Sofia-Sardegna

11 Maggio 2006 6 commenti


Università on line, Nasce l’Ateneo telematico sardo.
Dal prossimo anno accademico saranno attivati tre corsi di laurea on line in Architettura, Scienze della Comunicazione e Scienze dell’Amministrazione. Nasce l’Ateneo telematico della Sardegna.
Con il progetto SOFIA, Sistema on line per la Formazione, l’Insegnamento e l’Apprendimento, nell’anno accademico 2006-2007 saranno attivati i primi tre corsi di laurea on line in Architettura, Scienze della Comunicazione, Scienze dell’Amministrazione. La Regione finanzia il nuovo sistema didattico con circa 9 milioni di euro della Misura 3.7 del Por Sardegna, che devono essere spesi entro il 2008 e sono destinati ai primi due anni di attività. Per la creazione dell’Università telematica è stato bandito un concorso, vinto dal Consorzio Unitelsardegna, costituito dalle Università di Cagliari e di Sassari, che hanno creato un’associazione temporanea di scopo con la società di telecomunicazioni Tiscali, il Consorzio Sis, e le aziende Tecnofor, Giunti Multimedia, Unist, specializzate nelle produzioni di materiale di e-learning e videoproduzioni.

“Con questo progetto la Regione rafforza il suo investimento nella conoscenza come fattore strategico per la crescita economica della Sardegna”, ha detto l’assessore della Pubblica Istruzione, Elisabetta Pilia, che ha sottolineato l’importanza per l’Isola della sperimentazione dell’e-learning e la sfida che l’Università sarda affronta nel contesto informatico nazionale e internazionale. “Per il progetto SOFIA, le Università di Cagliari e Sassari hanno creato un consorzio ? ha proseguito Elisabetta Pilia ? mi sembra un risultato di grande importanza, che contribuirà a innalzare il livello dell’offerta didattica regionale e contribuirà a superare il forte ritardo a livello nazionale ed europeo, che colloca la Sardegna tra le regioni con il più basso indice di laureati”.

L’assessore regionale della Pubblica Istruzione ha poi posto l’accento su una caratteristica del progetto SOFIA: il collegamento tra il sistema scolastico regionale e il sistema universitario, che sarà realizzato anche attraverso il portale regionale dell’istruzione CONOSCERE. E’ infatti prevista la realizzazione di una rete per l’orientamento on line con il concorso, oltre che delle due Università sarde, della Direzione Scolastica regionale e dell’Agenzia del Lavoro, in modo da dare agli studenti una puntuale informazione sulla natura e sugli sbocchi di tutti i corsi di laurea disponibili nel territorio regionale. Altro aspetto importante è costituito dai corsi di riallineamento, che assicureranno agli studenti, che escono dalle scuole secondarie superiori, l’acquisizione di un livello di competenze e di conoscenze minimo richiesto dalla frequenza dei corsi universitari ai quali intendono iscriversi. Questi moduli saranno disponibili on line per tutti gli studenti sardi.

Il rettore dell’Università di Sassari, Alessandro Maida, ha spiegato che “l’attivazione dei primi tre corsi di laurea on line permetterà di acquisire competenze per allargare il servizio ad altre facoltà, ma anche a corsi per la formazione in altri settori, per esempio la pubblica amministrazione”: al proposito ha citato espressamente il Progetto Itaca. Maria Del Zompo, pro rettore dell’Università di Cagliari, ha ricordato come la didattica e-learning debba servire per stimolare il confronto a livello internazionale attraverso progetti, che stimolino e incrementino l’attività di ricerca. Per il presidente del consorzio Unitelsardegna, Virgilio Mura, oltre all’integrazione tra le due Università di Cagliari e Sassari, deve essere sottolineata l’importanza della collaborazione con partner qualificati nel settore e-learning, che diventa garanzia per la riuscita del progetto e per la sua efficacia.

Silvano Tagliagambe, direttore del progetto SOFIA, ha spiegato che, rispetto agli altri cinque Atenei telematici finora realizzati in Italia, l’Ateneo sardo ha la caratteristica di integrare i servizi e la didattica on line con quella tradizionale con una modalità mista. “Accanto alle lezioni on line, ci saranno le videoconferenze interattive e, nel fine settimana, seminari residenziali”. Per i 3 corsi di laurea è stato deciso che Architettura farà capo all’Università di Sassari con sede ad Alghero e nel Centro ricerche di Porto Conte; il corso di Scienze della Comunicazione all’Università di Cagliari, mentre il corso di Scienze dell’Amministrazione sarà gestito da entrambe le Università.

Per la realizzazione del progetto integrato di formazione a distanza, la Regione mette a disposizione le proprie infrastrutture, distribuite sul territorio regionale negli istituti scolastici che fanno parte del progetto M@rte-Campus. Saranno le aule M@rte, dotate di sistemi di videoconferenza, a ospitare i corsi on line. Ciò avverrà in venti località della Sardegna, quattro nelle province storiche e due nelle province di nuova istituzione, permettendo così alle scuole di diventare, nelle ore extracurriculari, sede di erogazione di corsi universitari. Le strutture scolastiche sono individuate d’intesa con la Direzione scolastica regionale e con l’Unione province sarde, con cui c’è già un accordo. Questo servizio sarà costantemente assistito da tutor online e da tutor d’aula, messi a disposizione delle due Università. I corsi on line prevedono anche lezioni frontali, che si concentreranno nel fine settimana.

Per il progetto sono stati fatti accordi sul territorio regionale con protocolli d’intesa, già siglati, con la Direzione scolastica regionale, l’Unione province sarde e con l’Agenzia del lavoro. Sono stati attivati rapporti di collaborazione con il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, l’Università di Pavia, l’Università di Pisa, la Complutense di Madrid, l’Università Oberta di Catalunya, a Barcellona.

Fonte: sito della RAS

L’immagine è tratta dal sito e-learning della Crui

Riferimenti: Unicafor

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , , ,