Home > Senza categoria > Allargamento dell?UE e i nuovi Fondi Strutturali

Allargamento dell?UE e i nuovi Fondi Strutturali

19 Marzo 2005


La programmazione regionale alla luce dell?Allargamento dell?UE e i nuovi FS
15 marzo 2005 Ore 16.00, Ex Vetreria Pirri
Sintesi incontro di approfondimento

All?incontro hanno partecipato: 1) ACLI Sardegna, 2) CISAL Sardegna, 3) UGL Sardegna, 4) Università di Cagliari, 5) Confindustria Cagliari, 6) ANAP Sardegna, 7) CGIL Cagliari, 8) ACLI ? IARES, 9) UIL Confederale, 10) Confprofessioni Sardegna, 11) C.C.I.A.A., 12) CSS Naz.le Sardegna e 13) UIL Regionale.
Susanna Pisano ha introdotto il tema dell?incontro e le motivazioni che hanno spinto un gruppo di professionisti (gli avv.ti Dore, Ciulli, Pisano e i consulenti di Interforum) a misurarsi con i rappresentanti delle diverse espressioni socio economiche e professionali del nostro territorio al fine di verificare se e in che modo sia possibile, attraverso una metodologia differente da quella fino ad ora utilizzata dal livello politico, promuovere gli interessi della Sardegna, in particolare in considerazione della nuova programmazione dei Fondi Strutturali per il periodo 2007 ? 2013 a livello europeo utilizzando il sistema di lobby come gruppi di pressione che possano incidere nel momento decisionale della politica.
Così pure gli interventi di Stefania Aru, Annamaria D?Angelo, Fabio Ciulli e Giovanni Dore sono stati principalmente indirizzati ad evidenziare quale è stato, in conseguenza dell?impegno professionale che gli stessi si trovano a svolgere a livello europeo, il bisogno avvertito rispetto alla programmazione comunitaria di verificare insieme a chi conosce e ha esperienza del territorio la volontà e la voglia di provare a mettere insieme le forze, i bisogni e le idee per portare successivamente una proposta concreta, comune e condivisa, espressione di tutti nei luoghi deputati alla politica.
Come spiegato in apertura, il senso dell?incontro promosso era quello di sollecitare un confronto di idee attorno ad un tavolo in cui ognuno, portando la propria esperienza e esprimendo la propria opinione in relazione alle tematiche alla base dell?incontro, rivelasse la fattiva possibilità di collaborare nella costruzione di un percorso condiviso.
Gianni Sarrizzu (UIL Confederale) concentra il suo intervento evidenziando come il campanilismo si risolve nell?acuirsi della dispersione di tempo, energie e risorse. C?è, invece, la necessità di individuare una guida, un percorso e di fare questo attraverso la costruzione di alleanze che aiutino a conoscere meglio il sistema e le dinamiche con le quali è necessario muoversi al suo interno. A fronte di queste considerazioni ritiene importante qualsiasi iniziativa e da la disponibilità per lavorare insieme.
Giacomo Meloni (CSS) aggiunge due considerazioni importanti: la prima relativa al fatto che qualcuno pensa che la Sardegna resterà ancora regione Ob. 1 e la seconda che occorre urgentemente lavorare al fine di costruire una presenza organica e organizzata all?interno dell?UE. Condivide, pertanto, l?approccio e richiede, anzi, un contatto continuo e non saltuario al fine di costruire un progetto comune e condiviso per promuovere lo sviluppo del territorio.
Piergiorgio Piu (UGL Sardegna) sulla scia degli interventi precedenti ritiene necessario dare una spinta alla macchina impegnandosi ciascuno per la propria parte a fare di più; lavorare ?ai fianchi? il sistema della politica sarda al fine di migliorare il rapporto Sardegna, Unione Europea e Stato Italiano. Ritiene buona l?iniziativa e, anzi, non ritiene la si debba avversare solo perché ne esistono delle altre; al più sarà necessario trovare le sinergie giuste. Infine, aggiunge un elemento molto importante ovvero il fatto che si può fare portavoce di un futuro lavoro comune all?interno della sua organizzazione.
Franco Meloni (Università di Cagliari) ritiene utile l?iniziativa anche se ne esistono delle altre. Il problema che riscontra è che fino ad oggi gran parte delle iniziative si risolvono in ?tavoli improduttivi?. Evidenzia che anche se ci sono, perché esistono, delle esperienze positive è necessario, tuttavia, soffermarsi sui punti di criticità ed essere tenaci nel perseguimento degli obiettivi. Constata, partendo dall?evidenza del suo settore, che un indicatore assai preoccupante è dato dall?assenza di italiani mentre le logiche di Bruxelles richiedono, al contrario, una presenza costante per poter negoziare. Aggiunge che le battaglie, rispetto alle quali non si tira indietro, non devono essere solo economiche perché rileva una generalizzata carenza del sentimento di appartenenza all?Europa. Ritiene che si possa avere un?impostazione comune e che, contemporaneamente, sia necessario che ognuno faccia la sua parte all?interno della propria organizzazione/struttura e nell?ambito delle proprie competenze.
Antonello Caria (ACLI ? IARES) in linea con gli interventi precedenti di cui fa sintesi si dice d?accordo con l?iniziativa e con l?obiettivo proposto. Condivide, quindi, il passaggio successivo tendente a portare le istanze al mondo politico perché prenda atto della presenza concreta e strutturata delle espressioni del territorio.
Differente appare l?approccio di Enzo Costa (CGIL Cagliari) che manifesta qualche perplessità circa l?iniziativa. Più che altro esprime preoccupazione rispetto all?ipotesi che nella costruzione di un eventuale percorso comune non si tenga conto delle esperienze passate, che devono costituire patrimonio acquisito, e di quanto di positivo è stato fatto fino ad oggi. Fa una domanda legittima ovvero a che titolo ci siamo fatti promotori di un?iniziativa del genere che appare il punto a lui meno chiaro. Infine, propone quale ipotesi di lavoro, di procedere a rilevare la situazione di quanto realizzato fino ad oggi (tavoli partenariali, esperienze di programmazione negoziata, esperienze di programmazione bottom up, ecc.,) per poter procedere ad una programmazione che tenga conto di ciò e non parta da zero.
Romano Mambrini (C.C.I.A.A. di Cagliari), condividendo l?impostazione di Costa, riporta le attività fatte dalla Camera di Commercio, le proposte, a livello europeo, sull?insularità e, in generale, il ruolo svolto dalla stessa. Ritiene che a Bruxelles sia di fondamentale importanza la presenza della politica e, rispetto a questo punto, evidenzia le carenze e le difficoltà della Sardegna che nascono principalmente da una scarsa capacità contrattuale e peso politico (cfr. nessun parlamentare europeo). Contemporaneamente, però, afferma che le decisioni e le scelte in Europa vengono fatte dalla Commissione. A chiusura del suo intervento da la propria disponibilità per mettere a disposizione il lavoro svolto e fa una proposta concreta ovvero che questo gruppo di lavoro si misuri per esempio sul tema dell?insularità.
Stefano Sanna (Confindustria Cagliari) ritiene l?iniziativa positiva. Ritiene che per fare massa critica bisogna misurarsi e confrontarsi su qualcosa di concreto. A tale proposito fa riferimento ad un tavolo di lavoro che la Confindustria ha in corso con i sindacati circa il monitoraggio delle criticità.
Paolo Stara (CISAL Sardegna) richiama l?attenzione sul fatto che, evidentemente, le cose in passato non hanno funzionato e per tale ragione è necessario andare avanti, approfondire la tematica affrontata e riflettere per procedere nel momento in cui il gruppo di lavoro si rincontrerà.
Da questo intervento è emerso, ancora con più chiarezza, che l?invito a partecipare all?incontro non poteva essere promosso con la proposizione di una proposta concreta di lavoro comune proprio per il fatto che era necessario prima di tutto verificare se ciò che ha mosso per la realizzazione dell?incontro poteva essere condiviso dai differenti attori che hanno preso parte all?incontro.
(Sintesi a cura IF Interforum)

INTERFORUM S.a.s.
Via Grazia Deledda, 39
09127 Cagliari
Tel. +39 – 070 – 655057
e-mail info@interforum.it
Internet: www.interforum.it

Riferimenti: IF Interforum

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,
  1. 24 Settembre 2015 a 5:41 | #1

    To be fair, both partners can normally grow too be significantly a lott more involved
    and assertive.

  2. 24 Settembre 2015 a 10:37 | #2

    It’s an remarkable paragraph in favor of all the
    internet people; they will take advantage from it I am sure.

  3. 24 Settembre 2015 a 11:14 | #3

    Guys are typically lazy in relationships after they feel they’re in secure
    territory.

  4. 24 Settembre 2015 a 14:32 | #4

    ? .

  5. 24 Settembre 2015 a 15:54 | #5

    Good response in return of this difficulty with genuine arguments and describing the whole thing regarding that.

  6. 24 Settembre 2015 a 19:43 | #6

    Avec des gemmes illimitées vous pouvez terminer Conflict
    Of Clans et devenir le meilleur joueur avec le plus grand score.

  7. 24 Settembre 2015 a 20:16 | #7

    Helpful information. Fortunate me I discovered your web site unintentionally, and I am surprised why this
    twist of fate did not came about earlier! I bookmarked it.

  8. 24 Settembre 2015 a 21:53 | #8

    We’re the website firm that your corporation has been looking for to do your web site growth and design.

  9. 24 Settembre 2015 a 23:08 | #9

    Avec une certaine expérience dans Conflict Of Clans, vous savez remark créer et
    gérer une armée.

  10. 25 Settembre 2015 a 10:37 | #10

    The european, used by 16 Western countries with Malaysia and economic leaders France, may be the 2nd heavily
    traded currency following at the U.S. dollar.

  11. 25 Settembre 2015 a 14:44 | #11

    Check out our assortment of Melissa Odabash bikinis, swimsuits and beachwear and look forward to enjoyable
    within the sun in type.

  12. 25 Settembre 2015 a 15:41 | #12

    ? .

  13. 26 Settembre 2015 a 18:56 | #13

    When these iron on transfers are applied to your
    merchandise, solely your logo will adhere to the clothes.
    Available in multi colors.

  14. 26 Settembre 2015 a 20:32 | #14

    eval(ez_write_tag([[300,250],’alteredgamer_com-medrectangle-1′]));.
    Forward Mana Iwabuchi scored in the second half to help secure the tough win. While women are added, their inclusion leaves a bit
    to be desired, but is a step in the right direction.

Pagine dei commenti
1 ... 39 40 41 1302
I commenti sono chiusi.
echo '';